Tra le risorse della scuola “Carlo Goldoni” c’è una Biblioteca fornita di libri di vario genere, adatti agli alunni delle classi della Scuola Primaria. E’ un locale spazioso, luminoso arredato con vetrine-librerie e tavoli disposti a ferro di cavallo dove i bambini possono sedersi.

La biblioteca è intitolata ad “Angelica De Carolis”. – Chi era Angelica De Carolis? – si saranno chiesti in molti, adulti e bambini, leggendo la targa sulla porta.

Le sue maestre la ricordano così: Angelica era una bella bambina di sette anni che nel 2004 frequentava la II A di questa scuola. Aveva lunghi capelli castani e amava portare attaccata ad un lato, una treccina di capelli biondi. Sorrideva sempre e le piaceva giocare, durante la ricreazione, sulla roccia che sta in giardino. Lì preparava “pozioni magiche” con erbe varie, terra e ramoscelli. Era bravissima a scuola e le piaceva molto leggere. I suoi compagni le dicevano che era veloce come un treno nella lettura. Angelica se n’è andata in cielo il 5 marzo 2004 perché il suo cuoricino, difettoso sin dalla nascita, ha cessato di battere. Ora è l’angelo di questa scuola. Le sue compagne di classe in un bellissimo disegno (ora incorniciato e appeso in biblioteca) l’hanno rappresentata con le ali mentre guarda tutti i bambini che frequentano la “sua” biblioteca.

Le sue insegnanti Marisa De Fend, Fausta Cantarano, Patrizia Testa

IMG_5338

La Biblioteca viene utilizzata anche per gruppi di lavoro e progetti vari.